Sfatiamo il mito pizza e birra: un mix da evitare?

Il celebre abbinamento “pizza e birra”, senza dubbio uno tra i più richiesti e apprezzati tanto in pizzeria quanto a casa, viene in realtà considerato con pareri spesso contrastanti, e non sono pochi ad essere convinti che non si tratti di un mix del tutto raccomandabile sotto gli aspetti dell’alimentazione e della salute. 

 

L’idea di associare la pizza e la birra, come è facile intuire, è di ispirazione del tutto italiana, e risale al periodo storico successivo alla seconda guerra mondiale, epoca in cui la legge rende possibile anche nelle comuni pizzerie la distribuzione di bevande dalla gradazione alcolica superiore agli 8° C. Si diffonde così la consuetudine di abbinare la pizza tanto al vino quanto alla birra, e la maggiore preferenza per la birra non è dovuta solo a ragioni, peraltro indiscutibili, di gusto, ma anche economiche. 

 

L’abbinamento si rivela comunque straordinariamente gradito, e ancora oggi si può dire che quasi la metà delle persone che consumano una pizza, per accompagnarla scelgono proprio la birra, nonostante i pareri controversi. Non pochi ritengono infatti che questo abbinamento sia da evitare a causa dell’elevato apporto calorico, altri sostengono che si tratti di un connubio poco favorevole alla digestione per via dell’eccesso di lievito, contenuto sia nella pasta per pizza che nella birra. In realtà, entrambe le teorie devono essere prese in considerazione con le dovute precauzioni.

 

Prima di tutto, per quanto riguarda il valore calorico, una birra media comporta un apporto energetico pari a circa 200 calorie, che non risulta essere superiore a quello di una bibita gassata, mentre per quanto si riferisce alla digeribilità, sono determinanti sia la qualità della birra scelta, sia le modalità con cui viene servita.

 

La birra alla spina, o la birra in bottiglia versata correttamente nel bicchiere, permette la totale eliminazione dell’anidride carbonica, evitando così qualsiasi problema di digestione. Inoltre, un po’ come accade con i vini, anche gli abbinamenti pizza / birra non dovrebbero essere mai casuali: ad ogni tipo di pizza corrisponde la birra più adatta, meglio ancora se artigianale. L’errore più comune è quello di consumare birre prodotte industrialmente, in lattina o in bottiglia, indipendentemente dal tipo di farcitura della pizza. 

 

Per questo è molto importante, quando si consuma una pizza in un locale, chiedere consiglio per l’abbinamento della birra ideale e, preferibilmente, orientarsi verso le birre di produzione artigianale e locale. La scelta della birra adatta non riguarda solo le pizze ma anche altre specialità, quali possono essere toast, panini, arancini di riso, patatine fritte, formaggi stagionati e salumi.