Malti per whisky: scopri il Peated Malt

peated malt

Per capire quale sia il pregio di un Peated Malt, basta pensare all’aroma di torba, tipico soprattutto dello scotch whisky, ovvero quell’aroma che conferisce al prodotto un determinato carattere, più o meno forte e marcato. Ovviamente, nelle distillazioni artigianali o addirittura casalinghe, o nei microbirrifici che si occupano anche della produzione di whisky, questo risultato non è sempre possibile.

È in tali situazioni che si può ricorrere all’uso dei malti per whisky cosiddetti peated, ovvero torbati. Un peated malt è un malto in grado di conferire al prodotto finale, solitamente whisky ma, perché no, anche birra, un aroma di torba, molto caratteristico, piacevole e inebriante.

La nostra azienda, specializzata nella vendita prodotti per microbirrifici e distillerie, propone i peated malt Simpson, un marchio di riferimento nella produzione di malti per birra e per whisky. Si consiglia di prestare una certa attenzione ad utilizzare questo tipo di malto torbato, poiché l’aroma, al confronto con i peated malt più diffusi, è davvero molto intenso.

Peated malt e aroma torbato, caratteristiche comuni a birra e whisky

Nella storia del whisky, la torba è una presenza immancabile, e costituisce il motivo per cui il distillato finale presenta un caratteristico aroma legnoso e affumicato. Si tratta di una delle caratteristiche che spesso accomunano il whisky e la birra, sebbene siano due prodotti apparentemente dissimili: la birra infatti è destinata ad un consumo più intensivo e si porta tranquillamente in tavola, mentre l’whisky, come tutti i distillati ad elevata gradazione alcolica, si degusta a piccole quantità, dopo cena e in solitaria.

Tuttavia, esistono molti punti in comune tra i due prodotti, considerando che le origini dell’whisky corrispondono proprio alla consuetudine di estrarre una sorta di distillato liquoroso e fortemente alcolico dalla fermentazione di alcuni prodotti, in particolare i cereali.

Non a caso, ogni territorio possiede una specifica tradizione per i distillati: dai prodotti francesi e spagnoli, ottenuti da alcune varietà di vino, ai distillati tropicali di canna da zucchero, ai cereali e all’orzo tipici di Scozia e Irlanda.

La torba viene utilizzata tradizionalmente per alimentare il fuoco nelle distillerie, e trasmette al malto un caratteristico aroma di fumo.

Il periodo di affinamento dei prodotti fermentati e distillati

Sia la birra che i distillati vengono distribuiti in commercio dopo un certo periodo di affinamento, di poche settimane per la birra mentre per un whisky di qualità sono necessari alcuni anni. Si tratta di un’altra affinità tra i due prodotti, considerando inoltre che spesso si utilizzano botti già usate in passato per l’affinamento di vini liquorosi.