Sidro di mele: che cos’è, come viene prodotto e come abbinarlo

Il sidro di mele viene talvolta considerato una sorta di sostituto della birra, poco alcolico e dal gusto più morbido e gradevole, tuttavia in Italia è ancora poco diffuso e, in realtà, si tratta di un prodotto molto più simile al vino. Se viene prodotto con la massima cura e con diverse varietà di mele di ottima qualità, il sidro permette di raggiungere risultati davvero eccellenti.

In Normandia, e comunque in tutta la Francia, bere sidro di mele è una consuetudine molto diffusa, e ogni regione possiede le sue varianti: dal sidro dolce e poco alcolico, alla versione frizzante, secca o fermentata e più forte.

Il sidro di mele è una bevanda dalla lunga storia ed è ricco di benefici principi attivi e di proprietà antiossidanti. Ha un sapore dolce e leggermente aspro, che può differenziarsi anche notevolmente da una varietà all’altra, così come la gradazione alcolica, che oscilla più o meno tra 2 e 8 gradi circa. Il sidro non è da confondersi con l’aceto di mele, mentre può essere utilizzato per produrre un ottimo aceto.

In Italia non è una bevanda particolarmente diffusa, sapere come preparare il sidro di mele può comunque tornare utile a chi avesse a disposizione una quantità piuttosto consistente di questi frutti.

Anche la ricetta per il sidro di mele, ovviamente, varia in dipendenza al luogo e alla tradizione da cui proviene, le differenze riguardano soprattutto il tipo di mele utilizzato, tuttavia il procedimento di base è sempre piuttosto simile: si prepara un frullato o un centrifugato con due chilogrammi di mele, a cui si aggiungono qualche cucchiaio di tè e di succo di limone, 250 grammi di zucchero di canna e lievito di birra. Dopo avere amalgamato tutti gli ingredienti, si diluisce un composto con un quarto di litro d’acqua e si trasferisce il tutto in una bottiglia, chiudendola con un gorgogliatore, da lasciare in un luogo asciutto e non troppo caldo e agitare una o due volte al giorno. Il sidro è pronto dopo una quindicina di giorni.

A tavola, il sidro di mele si abbina perfettamente ai formaggi, soprattutto alla ricotta salata e alla robiola se si tratta di un sidro dolce, mentre un sidro più secco può essere gustato con i formaggi stagionati e saporiti e perfino abbinato a salumi e alle carni alla griglia. Un altro abbinamento tipico riguarda le crepes dolci, lo strudel, la pasticceria secca e il tiramisù, alcuni lo apprezzano anche per accompagnare panettone e dolci natalizi.