Parliamo di batteri essiccati per produrre birra: ecco il Wildbrew helveticus pitch di Lellemand

Le birre acide rappresentano tuttora, nell’ambito della produzione di birra artigianale, un settore in via di sviluppo, che può offrire facilmente, soprattutto ai birrai più creativi e appassionati, la possibilità di ricercare metodi e soluzioni innovativi.

 

Questo tipo di birra, nota anche come sour beer o semplicemente sour, in Italia costituisce ancora un segmento di nicchia, ed appartiene per tradizione storica al Belgio, il paese di origine del Lambic, che si può definire lo stile più significativo per quanto riguardi la birra acida, prodotta ancora oggi con il metodo della fermentazione spontanea.

 

In epoca passata, la birra acida era infatti ottenuta esclusivamente attraverso l’azione di quei lieviti per birra e batteri naturalmente presenti nel luogo di produzione stesso, senza necessità di ricorrere all’uso di ingredienti o di dispositivi particolari.

 

Esistono comunque diverse altre varietà di birra acida tradizionale dove l’utilizzo dei lieviti ad alta fermentazione viene frequentemente abbinato all’azione dei batteri naturali, presenti all’interno dei tini in legno usati nelle varie fasi di fermentazione e di maturazione.

 

Spesso, alla birra acida vengono aggiunti ulteriori ingredienti, anche piuttosto insoliti, che ne definiscono l’aroma e il gusto: un esempio classico sono le birre Gose di Lipsia, prodotte dal processo di fermentazione dei lattobacilli con l’aggiunta di sale e spezie.

 

Essiccato e già pronto all’uso, il lievito Helveticus Pitch di Wildbrew è un ceppo di Lactobacillus helveticus selezionato appositamente per le sue caratteristiche, che lo rendono adatto alla produzione di una ricca varietà di birre acide. Si tratta di un prodotto piuttosto differente dal precedente Wildbrew Sour Pitch, in quanto offre come risultato una birra dall’aroma agrumato più deciso, oltre a garantire maggiori performance, purezza assoluta e semplicità di utilizzo.

 

Come tutti i lieviti prodotti dal marchio Lallemand, anche Helveticus Pitch è sottoposto a precisi e rigorosi test di controllo e qualità: ogni lotto viene messo in commercio solo se garantisce il massimo livello sia in fatto di prestazioni e risultati che di purezza.

 

La temperatura ideale per la produzione di birra acida varia tra i 30° C e i 40° C, il risultato offerto da questo tipo di lievito è una birra dall’aroma di agrumi arricchito da una lieve nota fruttata. Il prodotto è stato formulato proprio per favorire quei birrifici che desiderino sperimentare la produzione di una tipologia di birra relativamente nuova.