Ecco la guida metodo Biab per fare la birra in casa

Fare la birra in casa è il desiderio di molte persone, specialmente degli estimatori più appassionati di questa straordinaria bevanda. Tuttavia, soprattutto i meno esperti potrebbero essere un po’ dubbiosi sulla complessità della procedura da seguire.

 

Proprio per incontrare le esigenze di chi desideri preparare un’eccellente birra fatta in casa senza troppe difficoltà, oggi la soluzione ideale è quella di seguire il metodo Biab: si tratta di un sistema relativamente semplice che non richiede attrezzature particolari e che può essere tranquillamente messo in pratica anche dai principianti, direttamente nella propria cucina.

 

Per chi ancora non sa cos’è il metodo Biab, la sigla significa Brew In A Bag, che corrisponde all’italiano “birrificare dentro un sacco”: la definizione si riferisce sia alla scarsità di strumenti che la procedura richiede, sia alla presenza di un vero e proprio “sacco”. Infatti, per fare la birra in casa con il metodo Biab è sufficiente una normale pentola da cucina, grazie alla semplificazione della procedura che, attenendosi al metodo tradizionale richiederebbe invece tre pentole diverse.

 

Per preparare la birra in casa seguendo questo sistema, occorre prima di tutto procurarsi una pentola, una sacca di poliestere o tulle, facilmente reperibile nei negozi specializzati, e, se necessario, una carrucola o un altro strumento utile a sollevare la sacca piena di malto. A questo punto, si inserisce la sacca nella pentola piena d’acqua, in modo da rivestirla internamente, e si riempie di malto, provvedendo successivamente, se necessario, a correggerne il grado di acidità durante la bollitura.

 

Dopo circa un’ora la sacca con i grani di malto può essere rimossa, utilizzando il sistema preferito, e strizzata: il liquido rimasto nella pentola è il mosto, da riportare ad ebollizione prima di complearlo con i luppoli. Una volta che il mosto sarà pronto, è necessario farlo raffreddare e trasferirlo nel fermentatore con l’aggiunta del lievito, travasandolo diverse volte per favorire il processo di fermentazione. La fermentazione deve proseguire per circa due settimane, al termine di questo periodo sarà possibile imbottigliare la birra ottenuta.

 

Per ottenere un risultato eccellente si consiglia di controllare con precisione il valore di pH, di mantenere una temperatura dell’acqua uniforme e di fare la massima attenzione nel sollevare la sacca al termine della bollitura, poiché sarà molto pesante.

 

Il metodo Biab per la preparazione domestica della birra è indicato sicuramente per i principianti ma può costituire un sistema eccellente anche per i più esperti, in quanto non richiede un’attrezzatura particolare e non comporta particolari esigenze di spazio. Ovviamente esistono anche metodi più complessi e professionali che permettono di produrre in casa numerosi stili di birra, ottenendo risultati di livello semiprofessionale.