Birra in casa: ecco le diverse tipologie

Dopo il diffondersi degli spillatori di birra per uso domestico, la tendenza che da qualche anno sta catturando l’attenzione di un numero sempre più ampio di persone, è quella dell’homebrewing, ovvero dell’arte di fare la birra in casa, vestendo i panni di un mastro birraio provetto. 

 

Quali sono i vantaggi nel preparare la birra in casa? Prima di tutto la soddisfazione personale: con un minimo investimento si può facilmente iniziare a produrre una birra artigianale e di ottima qualità, ottenendo immediatamente eccellenti risultati. Anche chi teme di violare la legge non ha di che preoccuparsi: fare la birra in casa è perfettamente legale, naturalmente deve trattarsi di un prodotto destinato ad un utilizzo puramente personale e non commerciale. 

 

Le tipologie di birra da produrre con metodi casalinghi variano proprio in relazione alla modalità scelta per ottenere la bevanda. Principalmente, esistono tre procedure di birrificazione domestica: l’uso di kit luppolati, l’uso di estratti E+G e il metodo All Grain.

 

Per i principianti, e per chi preferisce un sistema semplice e relativamente rapido, la soluzione migliore è quella dei kit luppolati. Queste confezioni contengono praticamente il malto già pronto per l’uso, da diluire in acqua per permetterne la fermentazione. Ovviamente non è possibile personalizzare la propria birra personale, tuttavia scegliendo un kit di buona qualità e attenendosi con cura alle istruzioni, si ottiene una birra fatta in casa di livello eccellente e senza dubbio superiore a diverse qualità industriali. 

 

Dopo avere sperimentato il kit, sono in molti a scegliere di fare la birra con metodi più accurati, partendo dalla fermentazione del mosto. Il sistema E+G (estratti e grani) è da considerarsi di media difficoltà: in questo caso gli ingredienti per la birra fatta in casa sono l’estratto di malto, il  lievito, il luppolo e i grani speciali che infondono aroma e colore alla bevanda. Il risultato è un prodotto di qualità eccellente, con una buona possibilità di personalizzazione. 

 

Chi si sente ormai un birraio esperto, può provare il metodo All Grain (AG), un sistema che riproduce perfettamente, nella dimensione domestica, la procedura seguita da un birrificio professionale, dove si utilizza il malto in grani, estraendone lo zucchero per favorire la fermentazione. 

 

Si tratta praticamente di un sistema professionale per fare la birra, di conseguenza i risultati saranno superiori ad ogni altro metodo, e migliori a qualsiasi prodotto industriale. Ovviamente, non è un metodo semplicissimo, richiede un minimo di conoscenza della procedura di fermentazione, un’attrezzatura adatta e un po’ di spazio. Senza tralasciare il tempo: la fermentazione casalinga della birra con sistema All Grain richiede almeno otto ore.